ADRIA A
Accessibilità e sviluppo per
il ri-lancio dell’area dell’Adriatico interno

Ultime Notizie

Calendario

21 Aprile 2015

L’Iniziativa Centro Europea, il forum internazionale che comprende diciotto paesi dell’Europa centrale e orientale, capofila del progetto ADRIA A, e…

Leggi tutto...

23 ottobre 2014

Conferenza finale del progetto a Trieste- APERTA AL PUBBLICO

Leggi tutto...

16 settembre 2014

Ultima seduta del Forum metropolitano a Nova Gorica-APERTO AL PUBBLICO

Leggi tutto...

Accessibilità e sviluppo per il rilancio dell’Adriatico Interno

Il progetto ADRIA A – Accessibilità e sviluppo per il ri-lancio dell’area dell’Adriatico interno, finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, si pone l’obbiettivo di contribuire alla riorganizzazione dell’accessibilità e dei trasporti dell’intera area transfrontaliera italo-slovena con il fine di formare un’area metropolitana integrata.

Il Segretariato esecutivo dell’Iniziativa Centro Europea è il capofila di un vasto partenariato comprendente 27 partner, tra i quali l’Assessorato ai trasporti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Ministero italiano delle Infrastrutture e del Trasporto ed il Ministero sloveno delle Infrastrutture e della Pianificazione territoriale, la Regione Veneto ed il Ministero dell’Ambiente italiano. Per la prima volta un progetto vede la partecipazione congiunta dei 3 aeroporti dell’area, l’aeroporto Marco Polo di Venezia, l’aeroporto Friuli Venezia Giulia e l’aeroporto di Ljubljana e dei porti di Capodistria e di Trieste. Quattro città marittime, a rappresentanza del ruolo dell’alto Adriatico, hanno deciso di prendere parte ad ADRIA A: il Comune di Venezia, il Comune di Capodistria, il Comune di Monfalcone ed il Comune di Trieste.

Il partenariato comprende tutte le principali città confinarie, il Comune di Gorizia, il Comune di Nova Gorica, il Comune di Sežana, il Comune di Divača e la Provincia di Trieste. Il progetto è realizzato sotto la supervisione scientifica e la partecipazione di quattro importanti università specializzate nella cooperazione economica internazionale e trasportistica: l’Università degli Studi di Trieste, Venice International University, l’Università di Ljubljana e l’Università degli studi di Ferrara. ADRIA A vede anche l’importante partecipazione di Informest e di Ezit. L’obiettivo comune è raggiungere un’adeguata massa critica per far competere meglio i propri territori e realizzare un sistema di trasporto efficiente, integrato e sostenibile. Per tale motivo il progetto prevede la progettazione dei legami mancanti sulla rete infrastrutturale ferroviaria, sia italiana sia slovena, che consentirà di realizzare servizi di trasporto congiunto su tutta l’area. Inoltre, ADRIA A si pone l’obiettivo di redarre la road map per la costituzione del GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale) tra l’Italia e la Slovenia, che come noto costituisce un’importante base giuridica per future azioni di cooperazione nel campo della pianificazione territoriale e dei trasporti. Il progetto intende realizzare un’integrazione efficace nelle modalità di trasporto (ferrovia, trasporto pubblico locale, intermodalità ferro-aereo e ferro-mare) sul territorio dell’area metropolitana italo-slovena. ADRIA A realizzerà quei progetti che mirano a potenziare i collegamenti fra le città, attraverso l’implementazione di un modello di servizio ferroviario integrato. Il progetto realizzerà gli studi preliminari dei legami mancanti tra la rete infrastrutturale slovena e quella italiana. In particolare verranno realizzate le progettazioni della linea Gorizia-Nova Gorica-Vrtojba, il progetto di elettrificazione della linea Nova Gorica-Sezana e la progettazione del collegamento ferroviario tra Trieste e Capodistria.

La linea ferroviaria esistente verrà completamente analizzata per evidenziarne i legami mancanti ed i colli di bottiglia e si proporranno soluzioni per ottimizzarne l’uso, tramite il perfezionamento della rete attuale. L’area transfrontaliera analizzata sarà integrata in un unico sistema metropolitano con la parte centrale della regione Veneto, area di grande valenza internazionale sia dal punto di vista culturale e turistico, sia per l’importanza dei suoi centri di produzione, centri abitati e risorse trasportistiche.

Pacchetti di lavoro  del progetto Adria A che contengono i risultati previsti:
WP1: COORDINAMENTO E GESTIONE
WP2: LEGAMI MANCANTI INTERMODALI
WP3: TRASPORTI E TURISMO
WP4: ANALISI DOMANDA PASSEGGERI
WP5: FORUM PERMANENTE DELL’AREA METROPOLITANA
WP6: MODELLO INTEGRATO DI TRASPORTO
WP7: ANALISI ECONOMICA FINANZIARIA E VALUTAZIONE DEGLI INTERVENTI
WP8: COMUNICAZIONE E DISSEMINAZIONE

Il progetto dura 58 mesi – dal 1 gennaio 2010 al 31 ottobre 2014.