E’ stato costituito il Consiglio scientifico!

In data 7 novembre 2011 presso la sede dell’Iniziativa Centro Europea si è svolta sotto la presidenza dell’InCE – dott. Carlo Fortuna – e la direzione di VIU – prof. Marco Mazzarino – la costituzione del Consiglio Scientifico del progetto ADRIA A.
Alla costituzione hanno partecipato i rappresentanti dell’Università di Trieste, della Venice International University e dell’Iniziativa Centro Europea.

Il Consiglio Scientifico si pone di sviluppare i seguenti obbiettivi:

-nuove linee guida delle reti Ten-T
-integrazione e sviluppo tpl gomma sull’area transfrontaliera
-compatibilità/ottimizzazione della nuova linea
- nuova linea AV – AC Venezia-Trieste-Divača e Koper-Divača
-accessibilità Aeroporto Marco Polo – nuovo progetto
-ottimizzazione orari di servizio fra tpl ferro nel Friuli Venezia Giulia e Veneto (nodo di Mestre, orari nuova fermata Aeroporto Ronchi dei Legionari), ipotesi di velocizzazione-accessibilità ambito crocieristico
-ipotesi di soluzione dei colli di bottiglia
-tecnologia/infrastrutture/servizi
-compatibilità e adattamento ai piani regolatori
- commenti e analisi della domanda di mobilità
-sinergie portuali
-sinergie interportuali
-ipotesi di governance nell’area metropolitana
-GECT

I componenti del Consiglio scientifico sono:
●  Coordinatore esecutivo: prof. Marco Mazzarino (VIU)
●  Presidente: dott. Carlo Fortuna (InCE)
● Membri esecutivi: prof. Giacomo Borruso (Università di Trieste), prof. Dejan Paliska (Università di Ljubljana), prof. Giorgio Prodi (Università di Ferrara), dott. Romeo Danielis (Università di Trieste).
●  Membri: dott.ssa Elena Borin (Università di Ferrara), dott. Carlo Comin (RFI), dott. Mario Goliani, ass. Guido Germano Pettarin (Comune di Gorizia), dott. Ljubo Žerak (Ministero dei Trasporti della Repubblica di Slovenia).

I membri del Consiglio Scientifico hanno concordato sull’allargamento dei componenti del CS ad esperti tecnici del settore, che verranno nominati dal LP Iniziativa Centro Europea. Il Consiglio ha validato il lavoro sul progetto pilota (WP2) di Venice International University, svolto dal prof. Marco Mazzarino e dall’ing. Lucio Rubini.