Presentazione dello studio sulle potenzialità di sviluppo del settore crocieristico a Capodistria

Il 21 novembre 2012 nel Palazzo Pretorio a Capodistria il professor Francesco di Cesare, direttore di Risposte Turismo, ha presentato nell’ambito di un workshop del progetto Porta (programma MED) i risultati dello studio »Terminal passeggeri di Capodistria: potenzialità di sviluppo nel settore delle crociere«, studio commissionato nell’ambito del progetto Adria A da Luka Koper. Di Cesare ha sottolineato come l’Adriatico sia il mercato con la crescita più alta nel comparto crocieristico, nonché il mercato con la maggiore potenzialità all’interno del bacino del Mediterraneo. La concorrenza è forte e vi è una concorrenza crescente anche tra i porti dell’Adriatico. Proprio per questo Capodistria si trova a dover decidere su come sviluppare il traffico passeggeri per il futuro. »La costruzione di un terminal passeggeri non basta. Il turista deve ricevere un’offerta completa, che includa servizi turistici innovativi e di qualità, ma anche un’infrastruttura di trasporto adeguata.« Di Cesare ha presentato vari possibili scenari. Uno di essi vede Capodistria come home port, ovvero porto d’imbarco per le crociere. Un altro possibile scenario è l’interporting che include vari porti di imbarco. Sarebbe comunque anche possibile che Capodistria rimanga un porto dal quale si possa imbarcare durante le crociere oppure, come succede oggigiorno, di proporre ai viaggiatori la visita della città. Ogni scenario richiede determinate condizioni, quindi a livello nazionale c’è la necessità di determinare in quale modo lo Stato voglia sviluppare l’industria delle crociere in Slovenia. Un riassunto dello studio presentato è disponibile in inglese sulla pagina http://www.luka-kp.si/slo/terminali-in-tovor/potniski-terminal .

Jana Tolja, consigliere del Sindaco della Città comune di Capodistria, ha illustrato i piani del Comune per dare supporto alle attività del traffico passeggeri. Karmen Novalič dell’Organizzazione slovena del turismo ha presentato invece le attività svolte dall’organizzazione per promuovere la destinazione nei mercati esteri. Il punto di vista dell’azienda Luka Koper, che ha in concessione il terminal passeggeri di Capodistria, è stato presentato da Bojan Babič, direttore del terminal. L’evento è stato moderato dal professor Anton Gosar, direttore della Facoltà degli studi turistici dell’Università del Litorale .

All’evento hanno partecipato oltre 50 partecipanti tra cui i rappresentanti della sfera accademica, gli operatori turistici e altri operatori economici così come le istituzioni pubbliche.